Tieniti aggiornato
Home > Cosa vedere > Villa Olmo

Villa Olmo

Villa Olmo, la dimora neoclassica più imponente della città di Como, è uno dei principali simboli cittadini comaschi e del Lago di Como. La grandiosa facciata color sabbia, sormontata da statue uniche nel loro genere, affaccia sul Lago di Como.

Villa Olmo Lago di Como

La Villa deve il suo nome al gigantesco olmo che un tempo cresceva rigoglioso nei suoi giardini. La costruzione fu fatta realizzare nel 1782 dalla famiglia Odescalchi che commissionò il progetto ad un noto architetto di stampo neoclassico dell’epoca, Simone Cantoni. In questo periodo Villa Olmo ospitò personaggi del calibro di Napoleone Bonaparte (1797) e di Ugo Foscolo (1808). Nel 1824, con la morte di Innocenzo Odescalchi, Villa Olmo passò in eredità al marchese Giorgio Raimondi.

Villa Olmo

Nel 1859 vi soggiornò anche Giuseppe Garibaldi che tra l’altro negli anni successivi sposò la figlia del marchese, Giuseppina Odescalchi. L’interno di Villa Olmo è ricco di sale adornate di affreschi e corredato di statue di forte connotazione neoclassica. Agli inizi del novecento, Villa Olmo, venne acquistata dal comune di Como che vi ha ospitato negli anni numerosi congressi e prestigiose mostre dedicate ai più grandi artisti del nostro tempo (tra i quali Mirò, Picasso e Rubens).

Dove dormire? Di seguito le migliori offerte per hotel e alloggi a Como



Booking.com

Scroll To Top