Tieniti aggiornato
Home > Località principali > Valsassina

Valsassina

Non sono molti quelli che imboccano la strada di 33 km che percorre questa valle remota tra Lecco e Bellano. Dopo aver viaggiato in un senso o nell’altro lungo la costa, al ritorno si può cambiare e seguire questo tragitto nella Valsassina. Da Lecco, la strada SP62 procede a zigzag, offrendo una vista impagabile sul ramo di Lecco del Lago di Como (alle vostre spalle), un panorama che poi viene oscurato dalla catena montuosa delle Grigne, la cui cima più alta è la Grigna Settentrionale (2408 m). Il cuore di questa zona costituisce il Parco della Grigna Settentrionale. A Lecco non potrete non notare la cresta frastagliata del Resegone, una vasta montagna coronata da quelli che sembrano denti pericolosamente acuminati (la cima più alta è la Punta Cermenati, 1875 m).

Valsassina

Circa 9 km a nord-est di Lecco, a Ballabio Superiore, svoltando al bivio in direzione ovest, si sale per circa 8 km di tornanti in mezzo ai boschi fino ai Piani Resinelli. Ancora una volta, la deviazione è giustificata soprattutto dal panorama. Il punto di arrivo è costituito da un piccolo insediamento, da campi sull’altopiano e da boschi sullo sfondo di nude pareti rocciose. Questo è il punto di partenza di diversi percorsi escursionistici. Una quindicina di chilometri a nord-est di Lecco sul lago di Como, il paese di Barzio è noto soprattutto perché è il luogo di origine degli antenati di Alessandro Manzoni. La vicina Pasturo conserva un aspetto medievale ed è il punto di partenza di sentieri che conducono alla cima della Grigna Settentrionale. La prima parte, da Via Cantellone, procede di fianco a un ruscello spumeggiante e costituisce nel tratto iniziale una piacevole passeggiata.

Valsassina Lecco

D’inverno, la gente del posto frequenta le modeste piste di Piani di Bobbio, subito fuori Barzio, per lo sci alpino e lo sci di fondo. Numerosi sentieri segnati (fare attenzione ai cartelli rossi e bianchi con il numero del sentiero o ai segni dipinti con gli stessi colori) attraverso il Parco della Grigna Settentrionale. Alcuni itinerari comportano impegnative vie ferrate (dove sono state sistemate scalette di ferro o altri ausili per aiutare l’arrampicata), mentre altri richiedono un’esperienza da alpinista. L’ufficio turistico di Lecco può fornire alcuni opuscoli, ma sarebbe bene cercare nelle librerie locali le mappe escursionistiche in scala 1:25.000 prima di intraprendere le camminate più difficoltose.

Dove dormire? Di seguito le migliori offerte per hotel e alloggi a Lecco



Booking.com

Scroll To Top